Ecco un altro bellissimo esempio di  come l’arte entra d’impatto nel mondo della pubblicità. Di nuovo è il connubio automobile, musica e danza dove vi si ritrova la classica

” associazione dell’automobile al corpo umano, macchina perfetta…”

Da sempre abituati agli spot artistici di Audi, oggi vi voglio raccontare di questo potente filmato pubblicitario realizzato da Lexus, per promuovere il suo nuovo modello Lexus IS 2013.

In questo filmato la scelta musicale, l’immagine e il montaggio la fanno da padrona in tutti i sensi, la loro potenza e forza espressiva vengono utilizzate per descrivere, marcare e raccontare di una macchina.

Diciamo che l’associazione corpo umano-macchina non è una novità, ce ne sono a palate di esempi già realizzati precedentemente in pubblicità, ma nonostante ciò questo video esce fuori dal coro.

Il corpo di questa ballerina rappresenta l’emblema della perfezione (almeno secondo i miei canoni estetici) , una macchina perfetta che si muove in maniera elegante a tempo di musica, con forza e leggerezza allo stesso tempo, con quella raffinatezza che rasenta la perfezione. La bellezza è al massimo della sua espressione.

La musica: “Step It Up” by Richie Sosa. Un agglomerato di adrenalina, forza e ritmo che ti fa rizzare i peli delle braccia e che ti fa muovere ogni cellula che ti ritrovi in corpo.

E che dire del montaggio? vabbeh strepitoso.

Ora per non sembrare troppo persa per questo spot e con la bava alla bocca, avrei comunque qualche riflessione in merito al messaggio comunicato.

A stronger body for greater control cita il claim alla fine, e l’associazione con il corpo della ballerina ci sta tutto, però mi chiedo perchè la scelta di una ballerina e non di un ballerino per esempio? Si vuole comunicare la forza di un automobile e comunque il target (almeno per un certo tipo di autovettura) in genere è più maschile che femminile, per cui perché non comunicare lo stesso messaggio ma con il corpo di un uomo? Secondo me sarebbe stato ancora più azzeccato (poi ovvio io non lo so se il target che l’azienda vuole colpire sia in effetti più l’uno dell’altro).

Io ce lo vedevo un Roberto Bolle a danzare sul quella musica e magari avrebbe fatto ancora di più colpo sul concetto di eleganza che è sempre più frutto di ricerca dell’uomo contemporaneo.

Non so questa è un’osservazione che mi è stata fatta da un uomo che vive sotto il mio stesso tetto a cui ho mostrato il video e la cui reazione mi ha fatto riflettere.

Voi che ne pensate?

Qui i crediti e per chi è curioso anche il making of che a mio avviso è molto emozionante.

Bye

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s